Alarico Gattia, tutte le opere e i fumetti

Alarico Gattia, nato a Genova nel 1927, si forma nell’ambito artistico milanese.
Genovese di nascita ma milanese d’adozione, si dedica sin da giovane al disegno e all’illustrazione, sue passioni da sempre.
Viene assunto nel 1954 alla Redazione del periodico Grazia, per poi passare a Epoca.
Realizza, nel Gruppo Mondadori, illustrazioni e alcune copertine per varie riviste come Arianna, Confidenze e Panorama.
Nel 1969 cura, per la Rizzoli, i testi di un volume fotografico dal titolo Fucili e Pistole. Alcune fotografie provengono dalla sua personale collezione di armi d’epoca.
Negli anni settanta e ottanta disegna le matite di dodici avventure di Diabolik per le sorelle Giussani. In seguito, collabora al Giornalino, delle Edizioni Paoline, occupandosi soprattutto di riduzioni a fumetti dei classici della letteratura d’avventura come L’ultimo dei Mohicani di James Fenimore Cooper, Il Fanciullo Rapito di Robert Louis Stevenson e I tre Moschettieri di Alexandre Dumas.

Riceve, nel 1984, due riconoscimenti prestigiosi: il premio Yellow Kid e il premio Caran d’Ache.
Disegna a fumetti, nel 1987, anche La storia di Don Bosco in tre volumi su testi di Teresio Bosco, per la Editrice Elle Di Ci dei Salesiani.
Collabora alla Storia d’Italia a fumetti della Mondadori, alla Storia delle scoperte e delle invenzioni a fumetti e alla I Russi, storia dei popoli a fumetti, tutti su testi del giornalista Enzo Biagi.
All’estero, lavora in Francia a due collane dell’editore Librairie Larousse: A la decouverte du monde e alla Histoire du Far West.
Ricopre il ruolo di Presidente dell’Associazione Illustratori, di cui è uno dei fondatori; nella seconda metà degli anni ottanta e novanta, pubblica alcune storie brevi e copertine per le riviste della Comic Art di Rinaldo Traini.
Infine, nel 1998, disegna la sua unica avventura di Tex: Glorieta Pass, su testi di Mauro Boselli, pubblicata nell’Almanacco del West.

Visualizzazione del risultato

Ivanhoe
Close

Ivanhoe di Alarico Gattia

15,00

Edizione in brossura con alette. Prima storia di quattro, ambientata in Inghilterra, nel Medioevo.