Alarico Gattia, tutte le opere e i fumetti

Alarico Gattia, nato a Genova nel 1927, si forma nell’ambito artistico milanese.
Genovese di nascita ma milanese d’adozione, si dedica sin da giovane al disegno e all’illustrazione, sue passioni da sempre.
Viene assunto nel 1954 alla Redazione del periodico Grazia, per poi passare a Epoca.
Realizza, nel Gruppo Mondadori, illustrazioni e alcune copertine per varie riviste come Arianna, Confidenze e Panorama.
Nel 1969 cura, per la Rizzoli, i testi di un volume fotografico dal titolo Fucili e Pistole. Alcune fotografie provengono dalla sua personale collezione di armi d’epoca.
Negli anni settanta e ottanta disegna le matite di dodici avventure di Diabolik per le sorelle Giussani. In seguito, collabora al Giornalino, delle Edizioni Paoline, occupandosi soprattutto di riduzioni a fumetti dei classici della letteratura d’avventura come L’ultimo dei Mohicani di James Fenimore Cooper, Il Fanciullo Rapito di Robert Louis Stevenson e I tre Moschettieri di Alexandre Dumas.

Riceve, nel 1984, due riconoscimenti prestigiosi: il premio Yellow Kid e il premio Caran d’Ache.
Disegna a fumetti, nel 1987, anche La storia di Don Bosco in tre volumi su testi di Teresio Bosco, per la Editrice Elle Di Ci dei Salesiani.
Collabora alla Storia d’Italia a fumetti della Mondadori, alla Storia delle scoperte e delle invenzioni a fumetti e alla I Russi, storia dei popoli a fumetti, tutti su testi del giornalista Enzo Biagi.
All’estero, lavora in Francia a due collane dell’editore Librairie Larousse: A la decouverte du monde e alla Histoire du Far West.
Ricopre il ruolo di Presidente dell’Associazione Illustratori, di cui è uno dei fondatori; nella seconda metà degli anni ottanta e novanta, pubblica alcune storie brevi e copertine per le riviste della Comic Art di Rinaldo Traini.
Infine, nel 1998, disegna la sua unica avventura di Tex: Glorieta Pass, su testi di Mauro Boselli, pubblicata nell’Almanacco del West.

Visualizzazione di 1 risultato

Ivanhoe
Close

Ivanhoe di Alarico Gattia

15,00

Edizione in brossura con alette. Prima storia di quattro, ambientata in Inghilterra, nel Medioevo.